Satana usa la distrazione per allontanarci da Gesù Cristo. La scorsa settimana mia madre ha menzionato qualcosa a cui non sono riuscita a smettere di pensare. Mi ha colpito al cuore. Sono colpevole, terribilmente colpevole.

Un paio di settimane fa, la mia piccola famiglia ha fatto un viaggio in Canada per andare a trovare la mia vecchia migliore amica del college.

E’ stato incredibile. Ho amato ogni minuto di quella gita.

Una sera ci siamo seduti intorno ad un tavolo nella loro splendida veranda e abbiamo fatto una conversazione con i suoi genitori, che ha cambiato la mia vita.

Poi, stranamente, mia madre ha citato qualcos’altro ricalcando gli stessi argomenti della settimana precedente. Coincidenza? Non credo nelle coincidenze, quindi no.

Il diavolo è subdolo. No, per me subdolo non è una parola che rende appieno ciò che egli è. Il diavolo è un serpente sporco e abile.

E’ melma. A cui non interessa in che modo siamo distanti da Gesù Cristo.

Non si preoccupa se siamo degli assassini seriali non pentiti o se siamo solo pigri e ci rifiutiamo di pregare e leggere le nostre scritture.

La fine che facciamo è la stessa: ci allontaniamo da Gesù Cristo. Satana vince, noi perdiamo.

Ma se scegliamo semplicemente di non essere pigri, come fa Satana a tenerci lontani da Gesù Cristo? Tramite la distrazione.

Distrazione tramite il corpo

Distrazione tramite il corpoTornando alla conversazione menzionata prima, il padre della mia amica ha detto: “Vengo sempre sorpreso dagli annunci sui cartelloni pubblicitari.

Fanno pensare che abbiano un problema di fiducia nel loro corpo”. Ho sempre notato gli annunci di cui parlava ma ho sempre pensato che fosse la normalità.

Che sollievo scoprire che non lo fosse! Ma quei cartelloni hanno comunque senso.

Come Santi degli Ultimi Giorni cerchiamo di essere persone buone, giusto? Non vogliamo uccidere qualcuno o farci irretire dall’abuso di sostanze.

Noi, come veri e propri membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, cerchiamo disperatamente di superare le difficoltà nell’affrontare la vita di tutti i giorni, come cittadini delle nostre comunità.

Se Satana cercasse di convincerci a comportarci in modo completamente opposto alle nostre credenze e alla nostra morale farebbe un lavoro inutile, quindi sta utilizzando l’arma della distrazione per raggiungere lo stesso risultato.

E sta funzionando.

Satana non ha un corpo ed è disperatamente geloso di tutti noi che ne abbiamo uno. Quindi cosa fa?

Ci fa sentire come se il nostro corpo non fosse “perfetto” (nessuno lo è) e deve essere cambiato, altrimenti non vale la pena averlo.

Avete la cellulite? Che schifo. Siete senza trucco? Che brutte! Avete il petto peloso? Bleah. Le ciglia sono corte? Vergogna. Avete i fianchi rotondi? Nooo. Siete in sovrappeso? Ridicoli. Siete troppo magri?

Malati. Avete le sopracciglia non curate? Santo cielo. Le vostre labbra sono sottili??? Terribile! Avete le smagliature? Come mai? Non siete donne elastiche? Avete le rughe?

Avete più di 25 anni e non sembrate appena nati? E’ un insulto alla società. Quanto pesa il vostro bambino? Davvero? Ha i denti storti? Com’è la vostra silhouette oggi?

Avete un naso enorme (i miei amici canadesi non sapevano nemmeno cosa fosse la silhouette! Lode al cielo!)! Le vostre gambe sono pelose?

Disgustoso. Non fate crossfit? Molto male. Avete mai fatto sollevamento pesi? Avete i capelli grigi? Vergogna, vergogna, vergogna.

Capite quello che intendo? Tutti questi pensieri arrivano continuamente nella nostra mente e ci distraggono. Ci impediscono di interagire con le altre persone.

Ci impediscono di divertirci con le nostre famiglie. Ci tengono sul bordo della piscina invece che farci entrare nell’acqua.

E se non ci impediscono di fare queste cose, occupano totalmente la nostra mente schiacciando lo spirito perché stiamo affrontando problemi di fiducia in noi stessi e siamo sotto pressione e vogliamo avere le sopracciglia tatuate o rimuovere i peli con il laser, allungare le ciglia o usare lo spray abbronzante, come se tutto questo rendesse il nostro corpo “normale”.

Ci stiamo concentrando sui “falsi” negativi dei nostri corpi. Ma qualche persona reale ci ha mai parlato così? Spero di no. Satana? Ogni minuto. Ogni giorno.

Ci tiene focalizzati sui nostri “difetti” corporei, quindi rimaniamo distratti da ciò che è importante.

Come possiamo trascorrere del tempo a studiare le Scritture, pregare ed andare in chiesa quando altre cose ci consumano e distraggono? Ora tutto ha senso.

Distrazioni dalle nostre famiglie

famiglia felice“Non lasciate che un problema da risolvere diventi più importante di una persona da amare” (Presidente Thomas S. Monson).

La famiglia è stata attaccata fin dall’inizio del tempo. Satana non è cambiato, ma ha cambiato il suo gioco. Oggi, indossiamo il distintivo di persone occupate.

Facciamo fare 1.000 attività diverse ai nostri figli. Siamo distratti dal bisogno di avere ragione e non ci concentriamo sull’amare e migliorare la comunicazione con il nostro coniuge.

Siamo distratti dal nostro lavoro o dallo scrivere un blog di successo e lasciamo che le persone più importanti della nostra vita non ricevano più le nostre attenzioni.

Siamo distratti dal lavoro da fare in casa, dalle lezioni di nuoto, dalle lezioni di pianoforte, dai gruppi di allenamento e dalle partite, tutte cose che facciamo a causa di una reale e tangibile pressione per essere perfetti e l’autore di tutto questo è il diavolo stesso.

Guardiamo serie tv su Netflix o Amazon Prime (Grimm e Poldark sono state le ultime che ho seguito), ma non abbiamo il tempo di sederci e dedicare dieci minuti di qualità ad un bambino che ne ha bisogno.

Passiamo ore ed ore nei nostri posti di lavoro, impegnati nella carriera e nell’educazione e rimandiamo il momento di iniziare a costruire le nostre famiglie.

Siamo completamente consumati dalle questioni politiche (che ci travolgono velocemente) ma ignoriamo i problemi all’interno delle nostre famiglie.

Lo facciamo di proposito? No, siamo solo distratti da qualcosa di apparentemente importante per la quale valga la pena impegnarsi, fino alla prossima distrazione.

Distrazione nelle nostre menti e nei pensieri

telefoninoLa cosa incredibile delle nostre menti è che sono pronte a ricevere la rivelazione.

Quando abbiamo delle domande nelle nostre vite, preghiamo dopo aver riflettuto e averlo studiato nella nostra mente.

E’ ancora possibile studiare qualcosa nelle nostre menti in questi giorni? Siamo tutti connessi ai nostri telefoni in continuazione.

Nel momento in cui apro il telefono non mi ricordo nemmeno da cosa sono partita, ma ho perso 15 minuti in un batter d’occhio.

Satana mette in evidenza i fatti politici, amplificati dai media e ce li fa ingurgitare.

Leggiamo senza prenderci il tempo di capire, prima di passare al prossimo articolo e poi c’è instagram, snapchat, l’aggiornamento dello stato, i video di YouTube o i bonus da raccogliere quando superiamo i livelli.

Stiamo affogando completamente nelle opinioni e nelle convinzioni di tutti gli altri e non riusciamo neanche a formarcene di nostre, senza menzionare il non permettere allo spirito di parlare con noi.

E ce la prendiamo con Dio per tutto questo. #siamopazzi.

Nelle scritture ci sono alcune storie incredibili sulle persone che avevano bisogno o volevano qualcosa e hanno pregato e riflettuto.

Nefi voleva conoscere la visione che aveva visto suo padre, così pregò e meditò finchè non gli venne mostrata la visione. Fantastico! (1 Nefi 11).

Il fratello di Jared si chiedeva come avrebbero avuto luce nelle barche. Pregò e pensò ad una soluzione, chiese al Signore di toccare alcune pietre in modo da renderle luminose e dare luce.

Il Signore le toccò ed alla fine si rivelò a lui. Incredibile. (Ether 2:16 Ether 3:17).

Joseph Smith, durante la traduzione insieme a Sidney Rigdon, lesse Giovanni 5:29 dove si parla della risurrezione del cattivo e del buono:

“E mentre abbiamo meditato su queste cose, il Signore ha toccato gli occhi delle nostre comprensioni e sono stati aperti e la gloria del Signore ha brillato intorno a noi.

E abbiamo visto la gloria del Figlio, alla destra del Padre, ricevuta nella sua pienezza; abbiamo visto i santi angeli e coloro che sono stati santificati davanti al suo trono, che adoravano Dio e l’Agnello e lo adoreranno per sempre ed in eterno”.

Valutare e meditare è quello che fa accadere le cose! È in quei momenti che il Signore può insegnare, parlare e guidarci. È dove impariamo ed accresciamo le nostre testimonianze.

Quando permettiamo la tranquillità delle nostre menti, lo Spirito può parlare con noi. Possiamo avvicinarci al Salvatore

Satana usa la distrazione per allontanarci da Gesù Cristo

Ma l’anima si sente minacciata dalla distrazione di Satana?

Siamo distratti dalle cose “buone”, quindi è quasi impossibile accorgersene. Diventa sempre più confortevole finché non c’è più spazio per l’essenziale.

Non c’è spazio per le Scritture, la partecipazione alla chiesa, la preghiera, la meditazione, la costruzione della testimonianza e di un rapporto onesto con Dio.

Ed è esattamente ciò che Satana vuole. Tenerci abbastanza distratti da non farci andare avanti.

Se non ci spostiamo avanti,  andiamo indietro. Non esiste una posizione stagnante e stazionaria. Se Satana può distrarre i santi, vince.

Non c’è da meravigliarsi che molti dei miei amici e familiari abbiano lasciato la chiesa.

Non c’è da meravigliarsi che io abbia lottato con la mia testimonianza più negli ultimi 5 anni che nel resto della mia vita.

Per favore non siate sciocchi a pensare che non stia succedendo a voi, come ho fatto io. Lasciate che i Santi si rifocalizzino.

Questo articolo è stato pubblicato su sisterswithmisters.com. Questo articolo è stato tradotto da Cinzia Galasso.

(Visited 152 times, 1 visits today)