Il terremoto di Armageddon. Ci sono dozzine di segni profetici riguardanti la Seconda Venuta di Gesù Cristo. Si va dalle guerre ai rumori di guerre, alle piaghe, alle distruzioni devastanti e alle calamità diffuse.

Si parla di una piccola profezia con enormi implicazioni che dovrebbe avverarsi proprio prima della Seconda Venuta.

Le Scritture e i profeti moderni parlano di un evento enorme che cambierà drasticamente l’aspetto del nostro mondo. SPOILER: È un gigantesco terremoto.

Il terremoto di Armageddon

Il terremoto profetizzato unirà nuovamente tutti i continenti della terra.

mapamundi

Il terremoto che porrà fine a tutti i terremoti

L’anziano Bruce R. McConkie insegnò che all’avvicinarsi della Seconda Venuta, ci saranno quattro cambiamenti epocali nel nostro pianeta (sì, l’intero pianeta). Ecco cosa è stato profetizzato:

  •        Ci sarà un gigantesco terremoto, la cui gravità “non è mai stata conosciuta da quando l’uomo ha messo piede su questo pianeta.
  •        “Ogni valle sarà innalzata e ogni montagna sarà abbassata; il terreno accidentato di oggi si livellerà in un giardino millenario.
  •        “Le placche tettoniche della Terra si uniranno; isole e continenti diventeranno una sola terra”.
  •        infine, “Il profondissimo – presumibilmente l’oceano Atlantico – tornerà al suo posto nel nord,” e la terra sarà com’era nei giorni prima che fosse divisa.”

Aspettate, che cosa?!

Fermi tutti. OK, è una cosa importante . Un intero oceano diretto a nord? Sarà uno spettacolo da vedere. Le isole e i continenti diventeranno di nuovo un’unica terra? Perché non ne parliamo di più? È come un ritorno letterale alla Pangea.

Improvvisamente la cultura orientale e occidentale si incontreranno faccia a faccia. Che giorno incredibile sarà. Niente più isole isolate. I confini saranno stravolti completamente. Coloro che sopravviveranno alla distruzione vivranno insieme.

Se siete membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni da un po’ di tempo, avete sicuramente sentito lezioni su lezioni sulla Seconda Venuta.

Ma per qualche ragione raramente parliamo di masse continentali che si uniscono come una cosa sola. Detto questo, se ci pensate, ha assolutamente senso (il vangelo ha l’abitudine di farlo).

Preparazione per il Millennio

seconda venutaLa seconda venuta di Cristo ha lo scopo (tra i tanti) di inaugurare il Millennio: mille anni di pace in cui Cristo stesso regnerà sulla terra. Non ci sarà nessun Regno Orientale o Occidentale. Saremo tutti insieme. Un gregge, un pastore.

È davvero un bel pensiero! Un mondo diviso da confini arbitrari, composto da quasi 200 nazioni e governi separati, che si uniscono come un tutt’uno. Le nostre culture separate si assimileranno lentamente alla cultura di Cristo stesso.

A proposito di terremoti

Secondo le Scritture e la rivelazione moderna, questo terremoto farà apparire un nuovo fiume a Gerusalemme che scorrerà da ovest verso il Mar Mediterraneo e da est fino al Mar Morto (successivamente bonificando le sue acque salate).

Inoltre, Cristo dividerà il Monte degli Ulivi in due. Un segmento si sposterà verso nord e uno si sposterà verso sud, permettendo ai rimanenti Israeliti assediati di sfuggire per un istante alla distruzione imminente degli eserciti invasori.

Alcune fonti indicano che c’è qualche faglia sospetta vicino a Gerusalemme. Una di queste si trova su una linea ad est-ovest che attraversa il Monte degli Ulivi. Coincidenza? Può essere. Forse no.

Scritture e riferimenti da manuali

Apocalisse 16: 17-21, DeA. 133: 21-24, Apocalisse 11:13, Ezechiele 38: 19-20, Aggeo 2: 6-7, Manuale dello studente dell’Antico Testamento: La battaglia di Armageddon: una visione profetica (Supplemento I pagina 305), Zaccaria 14: 8-9, Ezechiele 47: 1-5, Zaccaria 14: 4-5.

(Visited 470 times, 1 visits today)