Sapere chi è Dio è una conoscenza inestimabile, perché quando impariamo cose su di Lui, impariamo inevitabilmente cose su noi stessi; Egli è il Padre dei nostri spiriti e vuole che lo cerchiamo, che lo conosciamo e che lo amiamo, noi siamo la Sua progenie spirituale, i suoi figli benamati.

Padre terreno, Padre Celeste

Le figure paterne della nostra vita possono, a volte, toccare il modo in cui percepiamo il nostro Padre Celeste, è semplice proiettare le nostre esperienze mortali nella nostra percezione di Lui; alcuni di noi sono benedetti con un padre attento ed amorevole, altri finiscono con una percezione distorta su chi sia Dio a causa della propria esperienza con un padre terreno che era ben lontano dalla perfezione.

Potremmo avere delle difficoltà a credere che Dio ci ami e che ci accetti completamente se nella vita abbiamo imparato cose ben diverse dal nostro padre terreno; o magari il nostro padre terreno non ha mai fatto parte della nostra vita e per questo facciamo fatica a credere all’esistenza di Dio, o persino di averne bisogno, ma non importa in cosa crediamo, quando ci troviamo a chiederci chi è Dio dobbiamo ricordarci che differentemente dal nostro padre terreno, Egli è perfetto ed è questo che cambia tutto.

Ci sono molte cose che riguardano il nostro Padre Celeste e che non saremo in grado di capire in questa vita; Isaia ha detto, parlando del Signore:

“Poiché i miei pensieri non sono i vostri pensieri né le vostre vie sono le mie vie” e continua spiegando “le mie vie sono più alte delle vostre vie e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri.” (Isaia 55: 8 – 9).

Questa scrittura non è fatta per far si che ci sentiamo inferiori; ma è un dato di fatto che Dio sia il nostro genitore celeste e questo significa che sa più cose di noi; chi meglio di lui potrebbe guidarci attraverso questa difficile esperienza che è la vita?

Questa scrittura può essere un dolce memento che il nostro Padre Celeste è in grado di provare un amore più puro ed incredibile di qualunque cosa possiamo aver mai sperimentato nella nostra vita e la bellissima verità è che noi siamo l’oggetto di questo amore incommensurabile.

Chi è Dio? Un genitore perfetto

Il modo migliore per descrivere il nostro Padre Celeste è dicendo che è un genitore perfetto.

Un genitore perfetto ama profondamente i propri figli e per loro mostra una volontà altruistica di fare sacrifici per il loro bene, cosa che ha fatto donandoci Gesù Cristo, il suo benamato figlio; un genitore perfetto fornisce ai propri figli delle opportunità di crescita e al contempo offre loro la guida e lo spazio necessario affinché possano imparare da sé, cosa che li aiuta a guadagnare fiducia nelle proprie abilità; un genitore perfetto fornisce inoltre dei limiti appropriati per ogni fase dello sviluppo così da proteggere il proprio figlio dai pericoli.

Nostro Padre ha fatto e continua a fare tutte queste cose per noi.

Mentre guardate il seguente video, pensate alle parole di questo padre terreno come se fosse il Padre Celeste che parla di voi.

Noi siamo davvero dei bimbi per il nostro Padre Celeste, le nostre esperienze con i nostri figli sono una similitudine di ciò che il nostro Padre Celeste prova per noi quando ci guarda crescere ed imparare nelle nostre vite mortali; Chi è Dio? È un padre amorevole e devoto.

Il nostro Padre Celeste può essere definito da ogni cosa buona che è conosciuta dall’uomo: Amorevole, gentile, premuroso, compassionevole, comprensivo, generoso (e siamo solo al principio, il nostro Padre è buono amorevole ed immutabile) e questo è un fatto dal quale possiamo trarre conforto.

In questo mondo di costanti cambiamenti, avere un Padre Celeste che è “lo stesso ieri, oggi e in eterno” (Mormon 9: 9) è una benedizione, una benedizione che può sempre fungere, per noi, da Stella del Nord.

Questo articolo è stato pubblicato su mormon.org e tradotto da Cinthia Macaluso.

(Visited 59 times, 1 visits today)