Il vero significato di ciò che in realtà è la nuova ed eterna alleanza.

Il libro del presidente Packer, Il Sacro Tempio, è un classico della letteratura della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni che è diventato una delle opere più complete e definitive scritte sui templi.

In effetti, gran parte del materiale trovato nell’opuscolo che riguarda la preparazione dei membri della Chiesa per il tempio ed alla eterna alleanza, proviene da questo libro ispirato.

All’interno del libro Il Sacro Tempio, il presidente Packer esamina la nuova ed eterna alleanza citando ciò che i profeti hanno detto di questa sacra alleanza.

Il presidente Packer fa ciò per spiegare ai Santi degli Ultimi Giorni che la nuova ed eterna alleanza non è il matrimonio nel tempio, come molti suppongono. Va ancora più a fondo.

Se il suggellamento nel tempio è una delle ordinanze più sacre che possiamo ricevere, in parte è dovuto al fatto che essa si basa su tutte le altre ordinanze e alleanze che abbiamo stipulato nelle nostre vite.

Ma ciò non la rende ancora la nuova ed eterna alleanza.

Nel libro, il presidente Packer esamina anche il paradosso di come l’alleanza possa essere sia nuova e allo stesso tempo infinita ed eterna.

Quanto segue è un estratto del libro Il Sacro Tempio.

Il Signore nella rivelazione ora conosciuta come sezione 132 di Dottrina e Alleanze annuncia:                                                                 

Poiché, ecco, vi rivelo una nuova ed eterna alleanza; e se non vi atterrete a quest’alleanza, allora sarete dannati, poiché nessuno può rigettare questa alleanza e avere il permesso di entrare nella mia gloria.

Poiché tutti coloro che vorranno ricevere una benedizione dalle mie mani dovranno attenersi alla legge che è stata fissata per questa benedizione, e alle sue condizioni, come furono istituite fin da prima della fondazione del mondo (D&A 132:4-5).

Il presidente Joseph Fielding Smith definisce la nuova ed eterna alleanza con queste parole:

Qual è la nuova ed eterna alleanza? Mi duole dire che ci sono alcuni membri della Chiesa che sono fuori strada e male informati circa quello che realmente è la nuova ed eterna alleanza.

La nuova ed eterna alleanza è l’insieme di tutte le alleanze e degli obblighi del Vangelo, e voglio dimostrarvelo. Nella sezione 66 di Dottrine e Allenaze, versetto 2, leggo:

“In verità io ti dico: Benedetto sei tu, perché hai accolto la mia eterna alleanza, sì, la pienezza del mio Vangelo, mandata ai figlioli degli uomini affinché abbiano la vita e siano resi partecipi delle glorie che devono essere rivelate negli ultimi giorni, come fu scritto dai profeti e dagli apostoli nei giorni antichi”.

Più chiara ancora è la definizione che la Sezione 132 di Dottrina e Alleanze dà della nuova ed eterna alleanza.

Ora voglio dire che il matrimonio non è la nuova ed eterna alleanza. Se qui c’è qualcuno che ha questa idea, il mio discorso è principalmente rivolto a lui.

Il battesimo non è la nuova ed eterna alleanza. L’ordinazione al Sacerdozio non è la nuova ed eterna alleanza.

Nella Sezione 22 di Dottrina e Alleanze il Signore dice che il battesimo “è una nuova ed eterna alleanza, anzi quella che esisteva fin dall’inizio”.

Il matrimonio nel tempio del Signore per il tempo e l’eternità è “una” nuova ed eterna alleanza (Dottrine di Salvezza, 1:146-147).

Per quanto riguarda il motivo per cui si chiama una nuova alleanza, il presidente Smith scrisse:

Ogni ordinanza ed ogni requisito a cui l’uomo deve ottemperare per ottenere la salvezza e l’esaltazione, è un’alleanza.

Quando tale ordinanza fu rivelata in questa dispensazione, il Signore la chiamò “una nuova ed eterna alleanza, anzi quella che esisteva fin dall’inizio”.

Questa alleanza, di cui godeva l’uomo all’inizio, egli la perdette a causa dell’apostasia, per la qual cosa, quando fu nuovamente rivelata essa divenne per l’uomo una nuova alleanza, che è eterna poiché i suoi effetti sull’individuo durano per sempre.

Ed ogni volta che c’è bisogno del pentimento, il battesimo è il mezzo dato dal Signore, mediante il quale si ottiene la remissione dei peccati, e così questa legge è eterna (Dottrine di Salvezza, 1:143).

Questa alleanza include tutte le ordinanze del Vangelo – di cui le più alte sono eseguite nel tempio.

Per citare ancora il presidente Smith:

C’è una definizione ben chiara della nuova ed eterna alleanza. Essa è tuttola pienezza del Vangelo.

Così il matrimonio eseguito nella maniera dovuta, il battesimo, l’ordinazione al Sacerdozio ed ogni altra cosa, cioè ogni contratto, ogni obbligazione, ogni atto che attiene al Vangelo di Gesù Cristo ed è suggellato dal Santo Spirito di Promessa, secondo la Sua legge qui data, fa parte della nuova ed eterna alleanza (Dottrine di Salvezza, 1:148).

. . . Questa parola alleanza è una parola potente e motivante. Essa fa sì che uomini, donne e bambini si elevino al di sopra di se stessi, si estendano oltre se stessi e giungano alla portata dell’esaltazione celeste.

Questo articolo è stato originariamente scritto da Danielle B. Wagner ed è stato pubblicato su ldsliving.com, intitolato President Packer: Most Mormons Misunderstand What the New and Everlasting Covenant Actually Is. Italiano ©2018 LDS Living, A Division of Deseret Book Company | English ©2018 LDS Living, A Division of Deseret Book Company.