E’ probabile che almeno una volta nella vostra vita abbiate sentito che Gesù non sia nato il 25 dicembre. Ma si tratta di una vera dottrina? Come possiamo saperlo?

Nel suo classico del 1915 intitolato “Gesù il Cristo”, l’Anziano James E. Talmage ha sostenuto che Gesù Cristo fosse nato il 6 Aprile nell’anno 1 A.C. Risulta che Talmage fosse il primo scrittore membro della Chiesa Mormone a proporre quella data particolare. E’ passato quasi un secolo dalla pubblicazione del libro, ed il quel lasso di tempo è diventato praticamente indiscutibile tra i membri della Chiesa SUG che Gesù sua nato il 6 aprile di quell’anno.

Ma lo è davvero? Ecco qui ciò che i profeti ed apostoli hanno detto a riguardo della data di nascita di Cristo.

Profeti ed Apostoli del 19° secolo

Durante il 19° secolo i profeti degli ultimi giorni da Joseph Smith a Lorenzo Snow, non hanno fatto nessun commento evidente sulla data di nascita di Gesù. Joseph non ha mai interpretato le parole di Dottrina ed Alleanze 20:1 come suggerimento che il 6 aprile dovesse avere a che fare con la data di nascita del Salvatore, anche se quello che disse fu:

“Tramite lo Spirito di profezia e rivelazione” che il 6 aprile gli fosse stato indicato come data precisa in cui egli “avrebbe dovuto procedere per organizzare” la Chiesa di Gesù Cristo in questa dispensazione. Analogamente, da quello che sono riuscito ad accertare, nemmeno Brigham Young, John Taylor, Wilford Woodruff, e Lorenzo Snow hanno fatto commenti riguardo alla nascita di Cristo.

Nel 1800 un apostolo della Chiesa propose alla Chiesa che la data della nascita di Gesù fosse diversa dalla tradizionale data di Natale del 25 dicembre. L’Anziano Orson Pratt propose la data dell’11 aprile dell’anno 4 A.C. come data di nascita del Salvatore, basandosi su dei suoi calcoli sul numero dei giorni trascorsi tra la nascita di Gesù e la Sua morte così come descritto nel Libro di Mormon. Ma il suggerimento dell’Anziano Pratt per il giorno 11 aprile non ha mai catturato l’immaginazione del pubblico SUG ai suoi tempi ed è stata largamente dimenticata.

Ad ogni modo, l’Anziano B. H. Roberts, ha sentito che il passo in Dottrina ed Alleanze 20:1 sostenesse l’anno 1 A.C. come anno di nascita di Gesù. E la nozione di Gesù nato durante la stagione primaverile non era fuori dal comune tra i membri della Chiesa SUG alla fine del 1800. Nel messaggio di Natale della Prima Presidenza del 1901, il Presidente Anthon H. Lund ha menzionato aprile come mese che egli preferiva per la nascita del Salvatore.

Profeti ed Apostoli del 20° secolo

Durante il 20° secolo, tre diversi apostoli della Chiesa pubblicarono maggiori studi sulla vita ed il ministero di Gesù Cristo nei quali offrono dei modelli per la data della nascita di Gesù. La diversità di opinione in questi tre studi è di particolare interesse.

Il primo, come già menzionato, è stato Gesù il Cristo dell’Anziano James E. Talmage. Questo libro era stato commissionato dalla Prima Presidenza, scritto nel Tempio di Salt Lake City, ed ufficialmente pubblicato dalla Chiesa, diventando il primo commentario sistematico della vita di Cristo preparato da un’autorità della Chiesa.

Talmage ha basato la sua affermazione sulla data della nascita di Gesù sull’idea che D&A 20:1 – che nomina martedì 6 aprile 1830 come data dell’organizzazione della Chiesa negli Ultimi Giorni – voglia dire che esattamente 1830 anni fossero passati dal giorno della nascita del Salvatore.

Il Presidente Joseph F. Smith ha immediatamente appoggiato il libro di Talmage, mentre l’Anziano Hyrum M. Smith del Quorum dei Dodici Apostoli, nel suo commentario del 1919 su Dottrina ed Alleanze, ha espresso la visione che D&A 20:1 volesse “semplicemente dire… che la Chiesa è stata organizzata nell’anno comunemente accettato come 1830 D.C.” .

Un numero con un significato particolare per le future autorità generale, compresi i Presidenti della Chiesa Harold B. Lee, Spencer W. Kimball, e Gordon B. Hinckley che hanno commentato in modo positivo la data del 6 aprile e l’hanno accettata ma senza spiegazioni o ulteriori specificazioni.

L’Anziano Talmage ha dichiarato la sua posizione con parole che forse implicavano che questa visione o credo fosse obbligatorio per tutta la congregazione della Chiesa: “Crediamo che Gesù Cristo sia nato a Betlemme di Giudea il 6 aprile 1 A.C.”.

Gesù è nato il 25 Dicembre?

Nonostante questa affermazione, due tra le più alte autorità generali, che hanno successivamente pubblicato i loro scritti sulla vita e ministero di Gesù, hanno preso posizioni diverse rispetto a quelle dell’Anziano Talmage. Uno di questo è stato il Presidente J. Reuben Clark, il quale ha servito sia come secondo che come primo consigliere della Prima Presidenza ed ha pubblicato “Our Lord of the Gospels” (Nostro Signore dei Vangeli) nel 1954.

Questo libro è stato poi ripubblicato come pubblicazione ufficiale della Chiesa quando è stato pubblicato come manuale del Sacerdozio di Melchizedek nel 1958.

Jeffrey R. Chadwick di ldsliving.com

(Visited 165 times, 1 visits today)