Scendere alla fermata sbagliata del treno, poco distante dalla storica città di Firenze, ha aperto la strada ad un incontro indimenticabile con due missionari mormoni.

L’incontro con i missionari mormoni in Italia

Il viaggio da Genova a Firenze è trascorso velocemente, Chad e suo figlio guardano fuori dal finestrino del treno e si rendono conto di essere quasi arrivati, il figlio lo invita a scendere pensando che la fermata sia quella giusta.

Chad ricorda bene la stazione centrale di Firenze e sa che quella non è la fermata giusta, ma si sente comunque spinto a scendere.

Una volta scesi dal treno, si incamminano verso l’uscita e ad un certo punto, dietro l’angolo Chad nota due missionari mormoni, rimane sorpreso di vedere due connazionali a Firenze, li riconosce dalle targhette, li chiama e, dopo aver parlato un po’ con loro, li invita per un pranzo al ristorante.

I missionari all’inizio esitano ad accettare l’invito per tema di dimostrarsi indiscreti, ma dopo varie e gentili insistenze da parte di Chad accettano, così decidono di salire tutti sul treno per dirigersi questa volta verso la stazione giusta, quella centrale di Firenze.

Dopo aver chiesto informazioni per trovare un buon ristorante, Chad riesce a trovarne uno elegante, sul fiume Arno, vicino al Ponte Vecchio.

I missionari imbarazzati, non se la sentono di accettare l’invito in quel bel ristorante, Chad insiste un po’, rimanendo di nuovo molto toccato e impressionato dalla loro umiltà ed educazione.

Quando arriva il momento di ordinare il pranzo, di nuovo i due missionari cercano di ordinare qualcosa di poco costoso, per non gravare sulle tasche del loro generoso amico.

A quel punto Chad, disarmato e sorpreso dalla loro umiltà e gentilezza, chiede loro se non gli fosse successo spesso di mangiare in un ristorante durante il periodo della loro permanenza in Italia e rimane ancora più esterrefatto, quando i due missionari mormoni confessano di non essere mai entrati in un ristorante durante la loro missione, così Chad li costringe ad ordinare un buon pasto.   

Il tempo trascorso con i missionari dopo l’incontro e al ristorante, rimane impresso nel cuore e nella mente di Chad al punto che al suo ritorno a casa rivolge un appello pieno di entusiasmo al mondo del web, in modo particolare ai suoi amici che vivono nello Utah, chiedendo loro di fare il possibile per rintracciare, contattare e conoscere i suoi due cari e gentili amici Mormoni.

Qualcuno deve far sapere ai loro genitori quanto cordiali, educati ed aggraziati siano i loro figli.

Certamente Chad, che sorride e si commuove, è talmente fiero del suo incontro che desidera che tutti sappiano, in che modo straordinario questi due giovani missionari mormoni riescono a rappresentare la loro chiesa ed il loro paese nel mondo, addirittura sarebbe felice se una delle sue due figlie potesse sposare uno di questi due bravi ragazzi.

Scendere alla stazione sbagliata del treno, gli fa pensare che forse era la cosa migliore che potesse fare. Egli ricordava bene la stazione in cui sarebbe dovuto scendere, visto che in passato era già stato a Firenze, ma una sensazione inspiegabile che in pochi istanti è divenuta certezza, lo ha fatto scendere nel posto sbagliato, guidandolo verso quei due straordinari missionari mormoni.

Chad non si ritiene una persona religiosa, ma nel suo cuore ha la certezza che quell’incontro con i missionari non è stata una coincidenza.  

Le sorelle missionarie

La storia di Chad non finisce qui. Infatti, quando insieme al figlio e al fratello decide di andare a Pisa, mentre è sul taxi che attraversa il ponte per dirigersi verso la torre, intravede due biciclette e proprio accanto ad esse due sorelle missionarie, che riconosce e saluta.

Le sorelle si voltano per salutarlo, questa volta però Chad non può fermarsi a parlare con loro, ma rimane di nuovo colpito dalla loro gentilezza e paragona la somiglianza di una delle due sorelle missionarie all’attrice che interpretava Mary Ingalls, nella passata e famosa serie televisiva “La casa nella prateria”, con lentiggini e grandi occhi blu.

Chad fra la confusione del traffico, lancia alle sorelle missionarie un augurio per una buona missione, mentre il taxi lo conduce in uno dei siti più famosi al mondo: “Piazza dei Miracoli”.

Potete guardare il video, in inglese, qui sotto:

(Visited 443 times, 1 visits today)