“Il sesso casuale oppure prima del primo appuntamento è una sorta di colloquio sul sesso, durante il quale capire se si vuole passare del tempo con questa persona… il sesso è diventato, in molti modi, la parte meno intima di un sito di incontri…

Il titolo di un recente articolo su USA Today dice tutto: I Millenniali hanno il 48% di probabilità in più di avere rapporti sessuali prima di un primo appuntamento, in confronto a tutte le altre generazioni precedenti di single…

Siamo abituati a pensare al sesso casuale come all’attraversare la linea che ci porta in una zona intima, ma ora è diventato quasi un dato di fatto e non è più la parte intima…”.

Ma non crediate che noi Millenniali non abbiamo degli standard. Chiediamo che i nostri partner trattino i loro telefoni con rispetto, se non i loro corpi e le loro anime:

“I singles non amano le persone che hanno un telefono rotto o un vecchio telefono o coloro che utilizzano il suono dei tasti, mentre digitano” dice, citando il sondaggio.

Ah sì, non dimenticherò mai quando ho messo gli occhi sul telefono immacolato di mia moglie e ho pensato tra me e me: “Io voglio passare il resto della mia vita con questa donna. Almeno fino a quando il suo telefono non si rompa”.

Naturalmente l’articolo non dice il resto della storia. La parte in cui queste stesse persone si lamentano incessantemente, con i loro amici, di quanto sia difficile trovare un uomo o una donna che non siano superficiali, stupidi ed egoisti.

La parte in cui si annoiano rapidamente con ogni nuovo partner. La parte in cui hanno questi “colloqui sul sesso” ma, in qualche modo, continuano ad assumere i candidati sbagliati. E arrivano alla conclusione che ognuno mente sul proprio curriculum.

Vanno avanti in questo modo per anni, hanno una paura mortale del matrimonio, restano bloccati in una serie infinita di incontri sessuali occasionali e di relazioni così superficiali e ridicole che non si possono nemmeno chiamare rapporti.

Stiamo solo “passando il tempo”, dicono gli adulti cresciuti che si avvicinano rapidamente alla mezza età. Essi stessi dicono che queste non sono relazioni come dovrebbero essere, ma sono le persone ad essere così, è così che va.

Non si fermano mai a considerare che questo non è un difetto insito nella natura umana che impedisce loro di scoprire un legame più profondo e più maturo con un altro essere umano. Piuttosto, è un loro difetto.

Un difetto curabile, per fortuna. Ma se vogliono curarsi loro, se vogliono cambiare quei comportamenti che li conducono costantemente in queste relazioni insoddisfacenti e superficiali, devono regolare drasticamente il loro atteggiamento nei confronti del sesso.

Ci sono un gran numero di problemi relativi al sesso casuale – qualcosa che non è intimo, una sorta di colloquio o un’attività ricreativa – ma ci concentreremo su pochi di essi:

  1. Il sesso casuale è impossibile

Millenniali e il sesso

Dare un cinque, è casuale. Salutare è casuale. Un breve colloquio è casuale. Trattare il sesso come un saluto informale, non lo rende casuale. Lo rende solo immaturo ed egoista.

La vita offre alcuni indizi utili a capire se una particolare attività sia casuale o meno.

Ecco una buona regola, anche se non potrebbe funzionare in tutti i casi: se dovete vestirvi per fare qualcosa, come ad esempio partecipare ad un servizio di Pasqua o ad una cena elegante, probabilmente non lo farete in modo casuale.

Allo stesso modo, se vi spogliate completamente per fare qualcosa, come ad esempio fare sesso, probabilmente non è casuale.

Le cose casuali sono cose che si possono fare in qualsiasi abbigliamento, ovunque, con chiunque, di fronte a tutti. Si può avere una conversazione informale con un conoscente al parco, nel mezzo della giornata.

Ma se si hanno rapporti sessuali con un conoscente al parco, nel mezzo della giornata, vi ritroverete in prigione. Perché? Perché il sesso è intimo e privato.

Le persone che in realtà fanno sesso negli stessi luoghi e negli stessi contesti in cui avrebbero una conversazione, compiono dei reati a sfondo sessuale.

Però, non è solo la posizione che fornisce indizi sulla natura estremamente non casuale del sesso. I nostri cuori e le nostre anime danno un’indicazione ancora più forte.

Ora, è difficile parlare di questo aspetto della questione, perché tutti mentono, su questo. Mentono a sé stessi ed agli altri.

Coloro che fanno spesso sesso casuale sostengono che possono farlo senza provare attaccamento per l’altra persona.

E questo può essere vero dopo un pò, se fanno spesso così e sono così insensibili dentro, da aver sviluppato lo stesso atteggiamento di una prostituta nei confronti del sesso.

Fortunatamente, la maggior parte delle persone non è proprio così morta dentro. La maggior parte delle persone sperimenta un vortice di emozioni strane ed intense, prima, durante e dopo l’atto.

Essi possono sopprimere o ignorare questi sentimenti naturali, ma questo porta alla depressione e all’ansia. Avere una discussione informale con qualcuno non dà luogo a questo tipo di lotte intestine.

Trattare il sesso come se fosse una discussione casuale, si.

Non ho ancora dato l’indicazione più evidente sul perché il sesso non è casuale. Eccola: il sesso crea le persone. Sì, si possono prevenire tali conseguenze “non intenzionali”, ma questo non cambia il fatto che il sesso, per sua natura, è un atto riproduttivo.

Solo la malattia, la vecchiaia o la chirurgia possono assolutamente togliere la potenzialità vitale del sesso. Al di fuori di questo, ogni volta che si hanno rapporti sessuali c’è una possibilità di creare una persona.

Può un architetto progettare casualmente un alto edificio? Può un ingegnere aerospaziale costruire casualmente un razzo? Non so voi, ma io non posso nemmeno portare via un uovo, casualmente.

Anche preparare un pasto richiede un certo impegno e una serietà di intenti. Siamo davvero pronti a dire che il processo con cui creiamo il piatto della prima colazione dovrebbe essere trattato con maggiore rispetto e cautela del processo con cui creiamo gli esseri umani?

Le interazioni occasionali possono avere conseguenze significative solo per caso. Se un pugno vi colpisce, esso ha un qualche risultato sconvolgente, potrebbe alterare la vostra vita, è un’aberrazione.

Il sesso, d’altra parte, ha una conseguenza significativa per sua natura. Se vi trovate a creare una persona “accidentalmente” attraverso il sesso casuale, avete sperimentato lo stesso risultato di miliardi di altre persone.

  1. Svalutate voi stessi e il vostro partner

valorizzare il vostro partner

E’ tecnicamente possibile che un rapporto che abbia avuto inizio con un incontro sessuale superficiale possa portare a qualcosa di duraturo e fruttuoso. Ma se va in quella direzione, probabilmente lo sarà a dispetto di come è cominciato.

il sesso occasionale è fondamentalmente egoista e degradante. Entrambe le parti concordano di usare l’altro ed essere usati dall’altro.

Il messaggio che inviano gli uni agli altri, abbastanza esplicitamente, è questo: “Ti sto usando per il tuo corpo, che stimo solo come oggetto masturbatorio.

Sei un giocattolo del sesso con un cervello, ma non mi interessa il tuo cervello e preferisco non usarlo in questo momento”.

Ironia della sorte, proprio le persone che difendono questo approccio al sesso sono quelle che, di solito, gridano più forte sulla sensazione di essere “usate” e “oggettivate” dalla nostra cultura. Sono loro che si fanno usare.

Rendono se stessi oggetti e fingono che sia accettabile, nel loro caso, perché stanno ottenendo qualcosa in cambio; come se il problema di oggettivare un essere umano sorgesse solo quando le due parti non ne hanno un profitto.

E la nostra cultura non può nemmeno sistemare le cose, basandosi sui pochi principi morali che difende ancora.

Voglio essere d’accordo con coloro che chiedono che non venga tolta la dignità ad una donna, ma poi mi rendo conto che intendono in modo mercenario.

Nel senso che la sua dignità non dovrebbe essere presa senza dare nulla in cambio. Ma se ella ottiene qualcosa – finanziariamente o carnalmente – allora va bene.

Non usare le persone a meno che esse non possano usare voi. Trovo questo mantra estremamente mediocre ed inadeguato.

E questo è l’esatto opposto dell’avere delle relazioni sane e di successo. Nel matrimonio, ci doniamo agli altri e loro a noi e ci eleviamo nel processo.

Questo è il motivo per cui il sesso dovrebbe aspettare il matrimonio, perché solo dopo che è stato fatto un giuramento per tutta la vita, possiamo sperare di usare il sesso in un modo che è veramente un dono di sé.

Il sesso dovrebbe essere divertente, ma dovrebbe anche essere espressione di amore e devozione. Se togliamo l’amore e la devozione dal sesso, lo trasformiamo in un atto di reciproca oggettivazione.

E, alla fine, senza l’amore e la devozione, non c’è neanche più il divertimento.

  1. È possibile agire per mettersi al sicuro dall’angoscia e dal tradimento

amore milleniali

Diciamo che alcuni di questi Millenniali sessualmente illuminati, riescono a trovare dei coniugi attraverso questo processo di intervista rigorosa sul sesso.

Hanno già messo in chiaro che il sesso non è un grosso problema, è casuale, è ricreativo, non comporta emozioni od impegno o qualsiasi altra cosa del genere.

Ebbene, se si attaccano a questa prospettiva, sono già sulla strada per andare dall’avvocato divorzista, prima ancora di camminare lungo la navata. Vi spiego il perché.

Prima di tutto, questo sesso insensibile, privo di emozioni, “casuale” è assolutamente noioso. Priva ​​della piena esperienza del sesso e la sostituisce con una versione stantia.

Rapidamente, questa vita sessuale diventa insoddisfacente, non perché deve necessariamente esserlo, ma perché non si vede alcuna reale differenza tra questo sesso e il sesso già avuto con decine di altre persone.

E’ come guardare un film per la 50a volta. Die Hard è ancora un grande film, non importa quante volte si veda, ma non potrà mai essere divertente da guardare come lo è stato la prima volta.

Quando fare sesso diventa come vedere Die Hard per la 50° volta, il passo successivo è prevedibile: uno o entrambi i partner spengono o guardano un altro film.

E cosa succede allora? Diciamo che il marito decide di cercare l’appagamento sessuale con una certa signora che ha incontrato in palestra.

Su quali basi la moglie può lamentarsi? Il sesso è casuale, non è vero? E’ solo ricreazione. E’ come giocare a dama o ping pong, ad eccezione dell’essere nudi.

Avrebbe qualcosa da dire se trovasse suo marito a giocare a ping pong con un’altra donna? Perché il sesso dovrebbe essere diverso? Non è quello che lei e suo marito hanno già stabilito? La loro relazione è stata fondata su questa idea.

Qualcuno può rispondere che tradire è sbagliato perché rompe semplicemente un accordo. Ed è così, ma quale gravità ha la rottura di quest’accordo?

Se voi e il vostro coniuge guardate un programma insieme e vedete un paio di episodi quando l’altro non c’è, avete rotto un accordo. Anche se avete rapporti sessuali con la segretaria, avete rotto un accordo.

Quest’ultima infrazione può essere più grave solo se il sesso è considerato di gran lunga più intimo e moralmente consequenziale del guardare la TV.

Ma abbiamo un’intera generazione che è stata allevata con la nozione che guardare la TV e fare sesso, in realtà, non siano affatto cose diverse.

La moglie, secondo la sua propria filosofia, può essere arrabbiata per un tradimento come lo sarebbe se suo marito avesse guardato l’episodio 5 di Luke Cage senza di lei.

Eppure, in questo momento, le sue idee liberali sul sesso improvvisamente si sciolgono e arriva la consapevolezza che il marito ha fatto qualcosa di privato e serio con un’altra donna.

Il marito ha dato via qualcosa che appartiene a lei. Il marito, attraverso questo atto che così spesso è descritto come “casuale” e come “non un grosso problema” l’ha tradita.

E adesso, quando egli si difende parlando del suo “incontro casuale”, come ha sempre fatto per anni, dicendo che è solo sesso, è solo una cosa fisica, che non significa nulla, vede queste scuse come pietose e puerili.

L’ideologia progressista lascia il posto alla realtà e la realtà la schiaccia.

Meglio, dico io, confrontarsi con la realtà del sesso prima che essa si affermi così dolorosamente. Se lo facciamo, molti problemi di coppia della mia generazione inizieranno a scomparire magicamente.

Questo articolo è stato scritto da Matt Walsh e pubblicato sul sito theblaze.com. Questo articolo è stato tradotto da Cinzia Galasso.

(Visited 151 times, 1 visits today)