Il corteggiamento è diventata una cosa tossica. Possiamo vederne gli effetti collaterali nel crescente numero di single che non solo non sono sposate, ma che non provano neanche a uscire con qualcuno.

Ho iniziato quindi a chiedere a dozzine di GANS come mai pensano che il corteggiamento sia un cosa tossica, queste sono le 7 ragioni più gettonate.

1° Il capovolgimento delle priorità spirituali e fisiche.

Se la maggior parte dei problemi nel corteggiamento potessero essere ridotti ad un solo grande male, sarebbe questo. Abbiamo invertito le nostre priorità.

Poniamo una maggiore importanza sull’aspetto fisico degli altri piuttosto che sulla loro statura spirituale. Non lasciate che qualcuno vi dica che l’attrazione fisica non è parte dell’equazione, perché lo è, ma ne è solo una parte.

Troppo spesso classifichiamo le persone in base a chi è più attraente e poi proviamo a trovare la più spirituale tra di esse. Ad esempio così funzionano Tinder, Mutual e altre applicazioni per appuntamenti.

Invece, dovremmo cercare le persone più spirituali e tra queste trovare quella che ci attrae di più.

“Dovete credere che la vostra fede abbia tutto a che vedere con la vostra vita romantica, perché è così. Separate il corteggiamento dal vivere il Vangelo a vostro rischio e pericolo.”

– Jeffrey R. Holland

2° Prendere il primo appuntamento troppo sul serio.

Per fare un’analogia con gli show di cucina, troppo spesso vediamo il corteggiamento come se fosse la finale di Hell’s Kitchen. Una mossa sbagliata e non avrete mai un secondo appuntamento, è davvero molto scoraggiante.

Invece che vederlo come Hell’s Kitchen, il corteggiamento dovrebbe essere come girare per delle piccole trattorie accoglienti. Dovremmo divertirci, conoscere gente e preferibilmente mangiare del buon cibo.

“Voi potete divertirvi. Certo che potete! Vogliamo che vi divertiate. Vogliamo che vi godiate la vita.”

– Gordon B. Hinckley

3° Appuntamenti al buio!

Gli appuntamenti al buoi hanno una pessima reputazione nella cultura mormone, ma se il lavoro missionario ha insegnato qualcosa ai missionari ritornati è che i riferimenti funzionano!

Quindi perché gli appuntamenti al buio di solito vanno male? Per lo più per come ci approviamo ad essi. Facciamo conoscere due persone pensando:

“So che lui le piacerà” e poi invece veniamo delusi perché lui non mostra interesse o viceversa. Oppure lasciamo che il risultato dell’appuntamento influenzi troppo il rapporto tra noi e il nostro “fortunato” amico.

Al posto di prenderla così seriamente, al posto di cercare di “trovare l’anima gemella” per i nostri amici, cercate di aiutarli a divertirsi.

Basta un semplice “Sai, conosco una ragazza con cui secondo me andresti d’accordo e scommetto che vi divertireste insieme. Dovresti chiederle di uscire.”

Gli appuntamenti al buio che cominciano così sono estremamente divertenti e spesso funzionano. Ricordatevi di rilassarvi e di dare una possibilità alle persone! Ricordando le parole di sorella Holland.

“Non abbiate paura degli appuntamenti al buio!”

– Paige Holland

4° Vogliamo qualcuno che sia perfetto.

Aspettative non realistiche sono dolorose per chiunque, fanno sentire tutti come se non fossero abbastanza. Cadere nella trappola di creare complicate aspettative è semplice, viene naturale alla nostra mente portata a fare elenchi.

Sorella Holland, durante un devozionale alla UVU (Utah Valley University) a San Valentino, ha parlato di aspettative non realistiche.

Ha detto alle ragazze in sala che viene continuamente ripetuto ai ragazzi di essere realistici, ma che le ragazze lo stavano diventando sempre meno.

Ha quindi avvisato tutti che questa abitudine è pericolosa perché è del tutto fuori dalla realtà l’aspettarsi che un ventenne abbia le qualità e gli attributi che spesso richiedono decenni per essere sviluppati

Invece di cercare qualcuno che sia perfetto, cercate qualcuno che sia degno. Chiedetevi: “Amano Dio? Mantengono le proprie alleanze? Sono onesti?”. Spesso, se la risposta è affermativa a tutte e tre, siete già sulla buona strada.

“Suggerisco di non ignorare molti possibili candidati che stanno ancora sviluppando questi attributi, per cercarne uno che sia già perfetto.

Probabilmente non trovereste mai questa persona perfetta, e anche se ci riusciste probabilmente ella non avrebbe interesse per voi. Questi attributi si sviluppano meglio insieme, come marito e moglie.”

– Richard G. Scott

5° Cercare di leggere nel pensiero

Davvero, smettete di cercare di leggere nel pensiero degli altri. Troppo spesso cerchiamo di interpretare le azioni degli altri a tal punto che se potessimo vederci da fuori ci sembreremmo ridicoli!

Forse la ragione per cui ha aperto la porta per voi è perché è stato educato così. Forse vi ha chiesto di uscire insieme perché vi trova attraente e vuole conoscervi meglio. Forse lei usa faccine sorridenti alla fine di ogni messaggio che scrive.

Quando interpretiamo le azioni degli altri al di là di ciò che è necessario, distruggiamo ogni gioia che il corteggiamento può portare perché siamo sempre ad analizzare e cercare di capire cosa passi per la testa dell’altro.

Invece di analizzare le loro mosse o i loro messaggi, parlate.

Fraintendere un messaggio è molto più facile che fraintendere una conversazione vera e propria. Questo significa anche che se vi piace qualcuno, chiedetegli di uscire! Basta coi trucchi e i giochetti.

“Non mandate messaggi! Usate la vostra voce per presentarvi dalle rette figlie di Dio che sono intorno a voi. Udire una voce umana le scioccherà al punto che forse diranno di sì.”

– M. Russell Ballard

6° Una sbagliata comprensione del Millennio

Adoro il Millennio, è la promessa che giustizia verrà fatta in ogni cosa. Se vi è stata negata una qualsiasi benedizione a causa delle azioni degli altri, Dio vi darà l’opportunità di riceverla nel millennio.

Questo significa che, se provate ma non riuscite a trovare il vostro futuro coniuge in questa vita, Dio non vi negherà tale benedizione a causa della mancanza di opzioni e nel millennio ve ne sarà data l’opportunità.

Non è vero però che potrete allontanare o rifiutare candidati degni, ma non perfetti, perché, tanto, nel Millennio vi ritroverete l’uomo o la donna perfetti.

Il Millennio non è per le seconde possibilità, è per adempiere promesse e benedizioni negate in questa vita.

“Il Signore ha promesso che nelle eternità nessuna benedizione verrà negata ai suoi figli e figlie che obbediscono ai comandamenti, rispettano le proprie alleanze e desiderano ciò che è giusto.”

– Dallin H. Oaks

7° Cercare l’amore a prima vista o un’anima gemella

Uno dei consigli più comuni che ho ricevuto è: “Quando la incontrerai, saprai che è lei e sarà una cosa magica.”, “Sarà amore a prima vista.” Il problema, qui, è che questa è l’eccezione, non la regola.

La maggior parte delle persone non lo sa fin da subito, spesso ci vogliono diversi appuntamenti prima di poter capire se c’è qualcosa di speciale.

Insieme all’amore a prima vista viaggia il mito dell’anima gemella. La verità è che il matrimonio e il corteggiamento richiedono fatica. Non si tratta di una favola Disney dove tutto sarà semplice e facile.

Non esiste una sola persona “giusta” per voi. La verità è semplice: qualsiasi due persone degne che sono disposte a sacrificarsi e pagarne il prezzo possono far funzionare la cosa.

“Le anime gemelle non sono altro che un’illusione, una finzione.

Invece, mentre ogni giovane uomo e giovane donna si sforzano di cercare con diligenza e in preghiera un compagno/a, con cui la vita possa essere compatibile e meravigliosa, è certo che quasi qualsiasi buon uomo e buona donna può ottenere la felicità ed un matrimonio di successo, se entrambi sono disposti a pagarne il prezzo.”

Spencer W. Kimball

Questo articolo è stato scritto originalmente da Jeremy Goff su mylifebygogogoff.com, poi tradotto da Andrea Sorgiacomo.

(Visited 243 times, 1 visits today)