Informazioni sui cambiamenti nella Chiesa Mormone: Recentemente la Chiesa Mormone ha annunciato che modificherà il programma missionario standardizzando le domande dell’intervista per i futuri missionari, diminuendo le missioni mentre tenta di utilizzare la tecnologia per trovare delle persone religiose con idee simili e fornire maggiore aiuto ai missionari ritornati prima a casa.

Ecco alcune informazioni su alcuni di questi cambiamenti nella Chiesa Mormone:

Standardizzare le domande delle interviste

“Per coloro che si preparano per le missioni, i dirigenti della Chiesa hanno approvato una serie di domande standard da porre ai futuri missionari, in modo uniforme in tutto il mondo” ha dichiarato la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, in un intervento pubblicato su Mormon Newsroom.

“La speranza è che ogni giovane uomo e donna abbia familiarità con tali domande già da anni prima che si preparino formalmente a servire, in modo da avere una comprensione più completa delle rigorose esigenze del lavoro missionario”.

Il passaggio alle domande standardizzate, per le interviste relative alla missione, è stato uno dei numerosi cambiamenti annunciati venerdì.

Altre modifiche includono la riduzione del numero di missioni per soddisfare meglio le esigenze delle specifiche regioni del mondo, la sostituzione del tablet con gli smartphone e l’aumento dell’uso delle tecnologie che aiutino a trovare persone interessate alla religione.

Per i vescovi e i presidenti di palo, intervistare un potenziale missionario è considerata un’esperienza sacra, “caratterizzata dal grande amore e dalla guida dello Spirito Santo”, secondo una lettera della Chiesa inviata ai dirigenti locali del sacerdozio.

Trovate l’elenco di queste domande così come la lettera inviata ai vescovi e ai presidenti di palo qui.

Ridurre le missioni

Nel 2012, il presidente Thomas S. Monson ha annunciato il cambiamento dell’età per svolgere il servizio missionario.

I giovani uomini possono ora iniziare il servizio missionario a tempo pieno a 18 anni, mentre le giovani donne possono iniziare a 19.

Un’ondata di missionari è partita in seguito all’annuncio del presidente Monson.

Il numero di anziani e di sorelle che svolgono delle missioni a tempo pieno è passato da 58.000 a 88.000 in pochi anni.

Cinque anni dopo tale cambiamento, con i missionari suddivisi in oltre 400 missioni, la Chiesa ha deciso di ridurre le missioni per raggiungere un numero complessivo “che si adatta meglio al numero totale dei missionari e ai bisogni di ogni regione” secondo Mormon Newsroom.

Utilizzo della tecnologia

La Chiesa ha da tempo riconosciuto che i metodi e gli approcci missionari devono essere aggiornati “man mano che le culture e le tecnologie cambiano e si evolvono” in base a quanto detto dalla sala stampa mormone.

Dopo aver consultato i leader nel mondo della tecnologia, il numero di missioni che utilizzano dispositivi mobili è stato aumentato da 87 a 162.

“I tablet vengono sostituiti con gli smartphone e, in futuro, la maggior parte dei missionari arriverà in missione con uno smartphone che li aiuterà nello studio, nella ricerca e nell’insegnamento” ha riportato il comunicato.

I dirigenti della Chiesa sono certi che le tecnologie saranno in grado di identificare coloro che potrebbero essere interessati al Vangelo.

La Chiesa intende continuare ad utilizzare tali strumenti per aiutare coloro che sono interessati alle cose spirituali, a connettersi con le risorse della Chiesa.

Rendere la transizione più semplice

Per i missionari che tornano a casa prima (la ragione più comune, in genere, riguarda la salute), la Chiesa è sempre alla ricerca di modi per rendere tale transizione agevole e benefica per il missionario.

“La loro missione non è finita quando tornano a casa” ha detto l’anziano Nielson.

“Ora hanno l’opportunità di completare la loro missione a casa, prestando servizio nelle missioni del Servizio della Chiesa e tramite altre opportunità.

Stiamo lavorando diligentemente per cercare di essere sicuri che possano completare la loro missione ed avere un’esperienza positiva”.

Questo articolo è stato originariamente scritto da LdsLiving staff ed è stato pubblicato su ldsliving.com, intitolato More About the Church’s Major Missionary Changes: Plans to Decrease Missions, Utilize Technology + More. Italiano ©2018 LDS Living, A Division of Deseret Book Company | English ©2018 LDS Living, A Division of Deseret Book Company

(Visited 25 times, 1 visits today)